Zeolite Attivata

20,00 39,00 

DEPURATIVO, ELIMINA METALLI PESANTI E RESIDUI DI XENOBIOTICI DANNOSI

DEPURA STOMACO E INTESTINO DA SOSTANZE ESTRANEE ALL’ORGANISMO

Descrizione

Disintossicarsi naturalmente con i minerali vulcanici

Con l’alimentazione di oggi forniamo al corpo non solo so stanze preziose, come vitamine e minerali, ma anche alcune sostanze che, se assorbite in quantit√† elevate, possono danneggiare la nostra salute. Tali sostanze includono inquinanti ambientali come ad es. I metalli pesanti, o l’ alluminio e l’ ammonio, che possono entrare nel cibo attraverso la conta minazione dell’aria, dell’acqua e del suolo. Tali sostanze, si trovano anche nella nostra casa e nell’ ambiente di lavoro, ad es. nei medicinali, nei cosmetici, nei prodotti chimici domestici, nelle polveri, nei vapori, nelle vernici, nelle lacche, nei solventi e nei disinfettanti, nelle attrezzature tecniche, nei tubi dell’acqua, nelle lampade a risparmio energetico.

Struttura e attività principali

La struttura delle zeoliti consiste principalmente in allumino-silicati con strutture SiO4 e AlO4 collegate da atomi di ossigeno condivisi. La clinoptilolite √® una delle zeoliti naturali pi√Ļ abbondanti, ampiamente distribuita in tutto il mondo e utilizzata per le sue propriet√† di scambio ionico e di adsorbimento. Grazie alle sue notevoli e uniche propriet√† di scambio ionico in acqua, √® stata impiegata per vari usi medici, industriali e ambientali, in particolare per il sequestro di inquinanti tossici da effluenti industriali e rifiuti industriali. Attualmente, sono riconosciuti molti effetti positivi dovuti alla capacit√† della zeolite naturale di adsorbire e quindi rimuovere sostanze nocive come metalli pesanti, ammoniaca o altre piccole molecole nel tratto gastrointestinale degli esseri umani. √ą importante sottolineare che questo impatto positivo pu√≤ migliorare attraverso modifiche della Zeolite dovute alla micronizzazione. L’assunzione orale¬†nell’uomo suggerisce inoltre di avere un impatto positivo sul tratto intestinale, in quanto ne influenza positivamente l’integrit√†. I dati preclinici suggeriscono inoltre un impatto positivo sul microbioma intestinale. Questo potrebbe essere interessante in quanto studi recenti hanno stabilito un possibile legame tra il microbioma intestinale e i disturbi neurologici cronici. Questo possibile legame √® stato definito “Asse intestino-cervello”. Per comprendere meglio i minerali zeoliti naturali, la loro azione terapeutica e alcuni effetti collaterali, √® essenziale studiarne l’origine geologica, la composizione chimica e la struttura.

Da dove vengono le zeoliti?

La formazione geologica della zeolite naturale, indifferentemente dalla zeolite sintetica, coinvolge diverse specie rocciose, in particolare le condizioni fisico-chimiche di temperatura e pressione. Queste specie rocciose possono variare da rocce vulcaniche a rocce plutoniche. Sotto la superficie terrestre, il magma rilascia calore, modificando la struttura dei plutoni precedentemente solidificati in specifiche aree di contatto note come aureole. In queste aureole, al momento della deposizione dell’acqua, si verificano diverse formazioni di minerali zeolitici porosi, come ad esempio nella tephra porosa, prodotta da un magma viscoso con un alto contenuto di silicio, o come nei sedimenti vulcaniclastici o nell’arenaria feldspatica. In natura, la genesi di diverse specie di zeoliti dipende dal tipo di minerali presenti (ad esempio, un vetro vulcanico acido o basico) che ne caratterizzano la struttura. Le rocce zeolitiche sono particolarmente concentrate nella crosta terrestre, in particolare negli strati cenozoici e mesozoici, e la linoptilolite √® considerata il pi√Ļ comune minerale zeolitico presente in natura. Le zeoliti sono distribuite principalmente in regioni con una storia vulcanica passata o in aree ancora oggi geologicamente attive.¬†Inoltre, il processo di formazione di zeolite dalle rocce feldspatiche, chiamato “zeolitizzazione”, √® ancora in corso nelle aree vulcaniche attive.

Effetti disintossicanti

La maggior parte degli effetti clinici positivi della Zeolite sono stati attribuiti alla capacit√† di scambio ionico e di adsorbimento reversibile. I primi effetti disintossicanti della Zeolite in forma modificata sono stati sono stati osservati in modelli murini. Nei topi avvelenati da piombo, la Zeolite modificata ha ridotto l’accumulo di piombo nell’intestino di oltre il 70% con un effetto protettivo sul tessuto cerebrale. Nei ratti intossicati con organofosfati, la Zeolite √® stata efficace nel ripristinare l’attivit√† della colinesterasi a livello sistemico.
Secondo alcuni rapporti, la Zeolite nell’intestino potrebbe legarsi agli organofosfati attraverso un’interazione con un gruppo -OH o un’interazione dipolo-dipolo e quindi pu√≤ essere escreto nelle feci.

Di conseguenza, il ruolo della Zeolite¬†√® stato riconosciuto in zootecnia e in medicina veterinaria dove ha ha fornito prove evidenti sul miglioramento della forma fisica e dell’efficienza degli animali da allevamento numerose sostanze nocive dall’organismo, tra cui ammoniaca, nitrati, micotossine e altre tossine. La presenza di ammoniaca e di molecole polari nell’ambiente √® il risultato di un’intensa attivit√† zootecnica e agricola che riversano questi inquinanti nell’ambiente, contaminando le nostre risorse idriche sotterranee. La Zeolite ha dimostrato un’elevata capacit√† di eliminare l’ammoniaca dall’ambiente, in particolare dall’acqua potabile. Inoltre, oggi √® stato utilizzato anche nella bonifica delle deiezioni animali prima della contaminazione del suolo. Inoltre, i bovini da latte possono ingerire nitrati e micotossine dall’acqua, che possono generare alterazioni del metabolismo delle proteine e del glucosio. ¬†In queste vacche, l’integrazione di Zeolite nel mangime ha ridotto l’assimilazione dei nitrati e la concentrazione di aflatossine nel latte, migliorando gli effetti tossici sistemici. L’azione azione detossificante su questi ioni non ha alcun effetto sull’equilibrio ionico fisiologico. Infatti, i livelli di minerali nel sangue minerali nel sangue dei bovini non sono stati influenzati dall’integrazione con la Zeolite. Inoltre, benefici simili sono stati osservati anche in altri animali da allevamento, come suini e pollame. A questo proposito, lo Zeolite ha mostrato un effetto positivo nel pollame d’allevamento nel bilanciare la flora microbica intestinale totale, riducendo gli effetti tossici delle aflatossine e aumentando l’attivit√† antiossidante di perossidasi, catalasi e SOD (superossido dismutasi), oltre ad aumentare i livelli di acidi grassi omega-3 nelle uova.

Ingredienti e tenore giornaliero Zeolite Capsule: Zeolite micronizzata 1000 mg, involucro capsule (gelatina alimentare).

Ingredienti e tenore giornaliero Zeolite Polvere: Zeolite micronizzata 3000 mg.

Modalit√† d’uso Zeolite Capsule:¬†A seconda delle necessit√†, 1 o 2 capsule ¬†al giorno da assumere con 250 ml di acqua oltre il bisogno giornaliero di 2 o 3 litri.

Modalit√† d’uso Zeolite Polvere:¬†Mezzo cucchiaino da caff√® in 250 ml d‚Äôacqua oltre i 2-3 litri giornalieri.

0% ECCIPIENTI 100% PRODOTTO

Questo integratore √® stato prodotto senza l’utilizzo di eccipienti pertanto il contenuto della capsula √® composto da materia prima al 100%.

Informazioni aggiuntive

varietà di prodotti

100 Capsule, Polvere 100 gr

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Zeolite Attivata”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.